Come scegliere gli infissi in 5 step fondamentali

Categoria
Scritto da
Redazione
Pubblicato il
24 Mag 2024
Condividi
Scegliere gli infissi e i serramenti in 5 step fondamentali.

Scegliere gli infissi e i serramenti in completa autonomia, senza essere esperti del settore, è difficile e spesso diventa fonte di stress, che può compromettere la serenità della vita quotidiana.

Diversi clienti ci hanno riportato la loro esperienza e quanto sia stato complesso districarsi tra le migliaia di informazioni online, i consigli di amici e parenti (uno dice bianco, e l’altro assolutamente nero, fidati!), le differenze di prezzo dei vari preventivi e le notizie sulle detrazioni fiscali in continuo cambiamento. Insomma: una vera giungla piena di insidie e trappole.

Se sei qui è perché probabilmente anche tu stai affrontando la scelta di infissi e serramenti e noi di Marvulli vogliamo intanto rassicurarti. A differenza di altri professionisti che giocano solo sui prezzi, in questa avventura vogliamo giocare il ruolo dell’aiutante

Quello che, appunto, aiuta il protagonista a superare le sfide, grazie a consigli efficaci, e mettendolo in guardia da pericoli e agguati degli antagonisti.

In questo articolo vedremo:

  • come scegliere infissi e serramenti senza sbagliare;
  • pro e contro della ricerca online;
  • estetica e performance;
  • le differenze tra pvc, alluminio e legno;
  • quanto costano infissi e serramenti;
  • il labirinto delle detrazioni fiscali;
  • il metodo Marvulli.

Che ne dici se proviamo a uscire da questa giungla insieme?

I tre fondatori della falegnameria Marvulli, vendita di serramenti e infissi in pvc, alluminio e legno a Carmagnola e Bra.

Da sinistra, Marco Donadio, Emiliano Ferrero e Simone Pecchio, titolari e soci della Falegnameria Marvulli.

Scegliere gli infissi e i serramenti senza sbagliare

Che materiale devo scegliere per le finestre? Ma fermerà gli spifferi? Quanto mi costeranno tutte le porte e le finestre della casa? Dovrò impiegare ore e ore nella manutenzione? Andranno bene col colore del pavimento scelto? Saranno abbastanza sicuri contro lo scasso? E se sbaglio e tra 2 anni devo cambiare tutto?

Queste sono alcune delle domande e dei dubbi che sorgono quando si tratta di scegliere infissi e serramenti. Non preoccuparti: è del tutto normale. E non è colpa tua. Siamo continuamente sommersi di informazioni e pubblicità, senza spesso avere gli strumenti giusti per prendere delle decisioni consapevoli.

Il metodo Marvulli nasce proprio dall’ascolto di oltre 10 mila clienti e dalla volontà di diventare una guida di cui potersi fidare, perché spostiamo l’attenzione sugli obiettivi delle persone e sulle loro specifiche esigenze. Come lo facciamo? Lo approfondiremo alla fine di questo articolo; prima parliamo di te.

In 40 anni di ascolto dei nostri clienti, abbiamo individuato dei dubbi ricorrenti e anche una sorta di schema e tempistiche con cui questi dubbi sorgono. Probabilmente sono gli stessi che stai affrontando anche tu.

Così abbiamo elaborato quali sono i 5 step fondamentali per scegliere gli infissi, in modo consapevole, arrivando a una scelta finale che non è giusta per definizione, ma ponderata in base alla tua casistica e al risultato che vuoi ottenere.

Questi 5 step saranno gli ostacoli da superare per arrivare al lieto fine. Li affronteremo insieme dal più semplice, al più complicato. Ma, vedrai, ciascuna sfida superata ti renderà più consapevole e invincibile.

Pro e contro della ricerca online

La prima cosa che si fa è esattamente ciò che hai fatto poco fa: hai cercato informazioni online, digitando sul motore di ricerca le parole che potessero formulare al meglio il tuo dubbio.

Il web è un’invenzione incredibile: permette l’accesso a miliardi di contenuti e piattaforme, tra cui forum e social network, dove poterci fare delle idee in base a esperienze e recensioni di altre persone

Inoltre possiamo valutare aziende e fornitori in tutta Italia e anche all’estero; una pratica impensabile fino a poco tempo fa, in cui al massimo si selezionava un’impresa nel raggio di 50 chilometri.

Tuttavia, il web può rivelarsi una foresta tropicale fitta e buia, dove rimbombano voci e urla di miliardi di persone. Ha ragione chi strilla più forte promozioni imperdibili o chi sta sussurrando?

Accendiamo il computer con l’idea di fare un po’ di chiarezza e spesso il risultato è quello di perdersi in un buco nero. Se siamo fortunati, restiamo fermi al punto di partenza; altrimenti ne possiamo uscire ancora più frastornati di prima e in preda alla confusione totale.

Scegliere infissi e serramenti: meglio dare priorità all’estetica o alla performance? Qual è il giusto compromesso?

Estetica o performance

Nel percorso di scelta di infissi e serramenti, prima o poi c’è qualcosa che arriva come un fulmine a ciel sereno. Un dilemma amletico che mette in crisi molti dei nostri clienti, tanto da spingere loro a venire in uno dei nostri showroom di Bra (CN) o Carmagnola (TO).

Devo dare priorità all’estetica o alle performance di infissi e serramenti?

Cioè: una finestra o portafinestra può essere solo bella o solo funzionale, oppure entrambe?

Questa è una domanda a cui tipicamente rispondiamo con altre domande, perché implica delle valutazioni precise. Per liberarsi da queste spine, bisogna sedersi e ragionare insieme.

Come tecnici e professionisti noi tendiamo a privilegiare la performance, la funzionalità di un elemento. Ma, per te, cos’è prioritario? Di che grado di performance hai bisogno per il tuo spazio? E “bella” cosa significa? La resa estetica è soggettiva: c’è chi ama gli ambienti minimal e chi trova nel caos e nel colore la propria dimensione.

La soluzione universale non esiste, considerando che è giusto trovare il miglior compromesso anche a seconda della disponibilità di budget da investire. Da buoni aiutanti possiamo dirti che l’unica via per superare questa sfida è capire cosa conta per te davvero.

Le differenze tra pvc, alluminio e legno

Arriviamo a un punto di svolta importante: i materiali di infissi e serramenti. La prima bestia feroce che ci troviamo a dover fronteggiare. Ma abbiamo un vantaggio: aver già ragionato a fondo su estetica e performance; pertanto ora dobbiamo solo capire punti forti e debolezze.

Intanto per scegliere infissi e serramenti in modo consapevole dobbiamo sapere che i materiali principali sono 3(+1): pvc, alluminio e legno. Poi c’è l’ibrido legno-alluminio.

I serramenti in pvc provvedono a un ottimo isolamento termico e acustico, resistono alla corrosione e alla ruggine (quindi sono ottimi per zone dove piove o nevica spesso, o al mare, dove la concentrazione di salsedine è alta), sono facili da pulire e disponibili in un’ampia gamma di colori e finiture. Tuttavia possono deformarsi a temperature estreme e sono sensibili ad alcuni agenti chimici, come solventi e corrosivi.

Gli infissi in alluminio sono apprezzati per essere soprattutto leggeri e altamente riciclabili. Ci sono davvero poche differenze tra serramenti in pvc e in alluminio. Tra gli aspetti più svantaggiosi va citata una maggiore dispersione del calore e la possibile formazione di condensa negli ambienti interni.

Porte e finestre in legno, invece, hanno il vantaggio di essere naturalmente eleganti e infondere calore all’ambiente. Come materiale è isolante sia nel mantenere una temperatura costante, sia nell’isolare dai rumori. Inoltre quando scegli serramenti in legno lamellare hai molte opzioni di personalizzazione. Tuttavia il legno, essendo soggetto a deformazione, graffi e attacchi di insetti, come i tarli, richiede metodi collaudati di pulizia e manutenzione, anche con prodotti specifici.

L’unica tecnica efficace per sfuggire a questa bestia feroce è affrontarla. Analizza quali sono vantaggi e svantaggi e soppesali in base ai risultati che stai cercando. Solo così potrai gridare vittoria.

Tutti i tipi di infissi e serramenti: pvc, alluminio e legno. Scopri che caratteristiche hanno.

Tutti i tipi di materiali disponibili nel nostro catalogo Marvulli per infissi e serramenti. Scopri pvc, alluminio, legno e legno-alluminio.

Quanto costano infissi e serramenti

È il momento di capire come cavarcela e sopravvivere alla pioggia torrenziale dei prezzi. Un acquazzone tropicale in continuo cambiamento. 

Hai mai sentito parlare di Indoor Generation? Bè, ne fa parte la maggioranza delle persone che vive in paesi industrializzati. Questo nome nasce dal fatto che trascorriamo il 90% del nostro tempo in ambienti chiusi. Circa 22 ore al giorno tra casa, posto di lavoro, centri sportivi, palestre e centri ricreativi di vario genere. E indovina? La maggior parte di questi ambienti è insalubre, anche per via di serramenti inefficienti e poca areazione, come evidenzia anche questo articolo de “Il Sole 24 ore”.

Scegliere gli infissi ha anche un impatto sulla resa estetica degli ambienti, ma è soprattutto un investimento sul benessere e sulla salute di chi vive quegli spazi.

Quindi come possiamo stabilire un budget corretto e realistico? Qual è la media dei prezzi con cui poter riuscire a giudicare dei preventivi come troppo bassi o troppo alti, sempre tenendo come riferimento le personali disponibilità economiche e l’andamento del mercato, così come abbiamo visto per i prezzi aggiornati delle finestre in legno?

Una valutazione che ti consigliamo di fare è proprio sull’investimento iniziale. Una spesa troppo irrisoria, considerando i materiali e la messa in opera, dovrebbe farti storcere il naso. Quali costi sta nascondendo? Degli infissi scadenti e una manodopera poco specializzata significano bollette molto (molto!) care, usura facile, manutenzione continua e sostituzione degli infissi nell’arco dei primi due anni. Ovvero un doppio investimento.

Un buon investimento iniziale, invece, coerente al tuo piano budget, alla resa estetica che cerchi e a performance efficienti e durevoli, si rivela un risparmio sul lungo termine, sia per quanto riguarda l’aspetto più economico, sia per quanto riguarda la salute e il benessere mentale.

Investire in serramenti che performano al meglio, vuol dire evitare stress quotidiani (troppi rumori, condensa, muffe, manutenzioni frequenti) ed eventuali problematiche ben più gravi, come parassiti, malattie respiratorie, allergie, deficit del sistema immunitario, infezioni virali e batteriche.

Alla luce di tutto questo, poniti due domande: costano tanto o costano poco? Qual è la vera doccia di acqua fredda, la pioggia torrenziale che ci sommerge di fango fino alle ginocchia?

Il labirinto delle detrazioni fiscali

Fin qui abbiamo affrontato una foresta tropicale buia e piena di spine, una bestia ferocissima e un acquazzone mai visto prima. Ma la prova più dura da superare è il labirinto delle detrazioni fiscali, dove anche con una bussola ci si può perdere.

I pochi indizi che riusciamo a reperire sono scritti in una lingua antichissima, ormai in disuso, e che anche i più esperti fanno fatica a decifrare: il burocratese.

Ne sai qualcosa, vero? E diciamolo, il linguaggio incomprensibile non è l’unico problema. Infatti appena abbiamo il sentore di iniziare a capirci qualcosa, tutto cambia e ci ritroviamo al punto di partenza.

In questo frangente, agire in autonomia e commettere errori e irregolarità può davvero costarci caro. La scelta migliore è delegare a qualcuno che sia esperto e sempre aggiornato, al passo con le normative e in grado di districarsi tra i cavilli burocratici.

Come accedere alle detrazioni fiscali è un’altra delle tematiche che mette in crisi la maggior parte delle persone che si trovano a scegliere gli infissi e i serramenti.

Per questo motivo, abbiamo pensato a un percorso di consulenza professionale specifica, che prende in esame la situazione iniziale del cliente e vaglia ciò che può essere deducibile. Hai capito bene: ci occupiamo di tutto noi.

Cerchi una consulenza fiscale sulle detrazioni per infissi e serramenti? Pensiamo a tutto noi.

Basta perdere tempo e speranze con le detrazioni fiscali. Nelle nostre sedi Marvulli, a Bra (CN) e Carmagnola (TO), pensiamo a tutto noi.

Il metodo Marvulli

Siamo arrivati alla fine di tutte le sfide da superare. Come hai visto, anche per i protagonisti più coraggiosi è difficile scegliere gli infissi in autonomia, districandosi tra miliardi di informazioni, spesso errate, incomplete o incomprensibili.

Inoltre sappiamo bene che, soprattutto se siamo nel bel mezzo di un cantiere, ci sono centinaia di questioni da affrontare, il tempo è poco e i livelli di stress sono altissimi. E spesso edili, architetti, e professionisti in genere danno poco supporto.

Il risultato è trovarsi sul groppone una quantità esagerata di decisioni da prendere, senza avere le basi e gli strumenti per prenderle in modo consapevole e ponderato. Così c’è il rischio di scegliere a caso, tanto per togliersi il pensiero, salvo poi ritrovarsi ad affrontare le conseguenze di scelte errate e frettolose.

Non preoccuparti. Conosciamo bene questa situazione ed è il motivo per cui è nato il Metodo Marvulli, che si articola in cinque fasi:

  1. Contatto;
  2. Consulenza;
  3. Supporto fiscale;
  4. Posa in cantiere;
  5. Assistenza post-vendita.

Grazie a questo metodo e a 40 anni di esperienza, non solo riusciamo a tirarti fuori dalla giungla della scelta di infissi e serramenti, ma restiamo al tuo fianco anche nei capitoli successivi della tua storia.

Vuoi iniziare subito? Scarica la nostra guida all’acquisto. Scegliere gli infissi passerà da essere un incubo ricorrente, a essere la favola della buonanotte che vorrai ascoltare ogni sera. Noi siamo pronti.

Richiedi la nostra
“Guida all’acquisto”

Scopri tutte le fasi del metodo Marvulli e come possiamo guidarti nella migliore scelta personalizzata di infissi e serramenti per tutti i tuoi ambienti.

Articoli suggeriti

07 Giugno 2024

Porte in laminato o laccato: 3 differenze da conoscere

31 Maggio 2024

Bonus casa infissi 2024: la guida completa